Podcast – Capitolo 4

Scroll down for English version

Quarto capito del nostro podcast, quasi interamente curata da Ste’. Ci teneva molto, visto che era la puntata dedicata al Canada. Purtroppo, ultimamente ha poco tempo e i ritagli di tempo per registrare sono stati pochi. Perdonatelo.

Talking Radar procede con le 3 solite parti:
– Ispirazioni da oltreoceano: il Canada. Ste’ si racconta spiegando le peculiarità del (quasi) post-rock di Montreal.
– Marte: i viaggi hanno sempre delle pause. Che bello parlare di questo brano proprio poco dopo che Perseverance è arrivata sul Pianeta Rosso!
– Un altro racconto. La crescita, il passaggio dall’infanzia all’adolescenza, raccontata dalla voce di Federica.

Aspettiamo i vostri commenti e suggerimenti. Ricordatevi di iscrivervi su iTunes PodcastSpotify (e poi anche Deezer, Google e PlayerFM).

Talking Radar: un podcast per raccontarci, per raccontare il postrock che ascoltiamo e che suoniamo.
In questo episodio . Ispirazioni da oltreoceano: il Canada. Marte: i viaggi hanno sempre delle pause . La crescita (interpretato da Federica)

Fourth chapter of our podcast, almost entirely edited by Ste‘. He was very keen, since it was the episode dedicated to Canada. Unfortunately, he has been running out of time lately and there has been little time to record. Forgive him.

Talking Radar proceeds with the usual 3 parts:
– Inspirations from overseas: Canada. Ste ‘tells his story by explaining the peculiarities of Montreal’s (almost) post-rock.
– Marte: travel always has breaks. How nice to talk about this song just after Perseverance landed on the Red Planet!
– Another story. Growth, the transition from childhood to adolescence, told by Federica’s voice.

We look forward to your comments and suggestions. Remember to subscribe to iTunes Podcast and Spotify (and then Deezer, Google, and PlayerFM too).

Live at Mattatoio 25th Oct 2020 – In Peppe Tizian Honor

Scroll down for English version

A Carpi, il presidio di Libera è intitolato a Peppe Tizian, vittima innocente di mafia, uomo integerrimo che non si è piegato ai voleri di uomini malvagi che gestivano (e gestiscono ancora?) malaffare e malavita. Gli presero la vita, rendendolo immortale. I ragazzi di Libera ci hanno invitato per onorare la sua figura e noi ne siamo grati.

Siamo tornati a suonare dal vivo, l’ultima volta che abbiamo tenuto un concerto è stato poco prima del lockdown. Di nuovo, scesi dal palco, è iniziato un nuovo periodo di chiusura.

Questa è la scaletta di questa serata, dove poche parole e molti suoni sono stati il nostro modo di esserci.

In Carpi, the Libera garrison is named after Peppe Tizian, an innocent victim of the mafia, a man of integrity who did not bow to the will of evil men who managed (and still manage?) ill-dealings and underworld. They took his life, making him immortal. The guys from Libera invited us to honor his figure and we are grateful.

We came back to playing live, the last time we held a concert was just before the lockdown. Again, as we got off the stage, a new closing period began.

This is the lineup of this evening, where few words and many sounds have been our way of being there.

Podcast – Capitolo 3

Scroll down for English version

Con un po’ di ritardo sulla tabella di marcia, arriva il terzo capitolo di Talking Radar.

In questa puntata, M racconta le radici, geografiche e sonore, del postrock.

P riflette su cosa sia il nostro approccio sulla musica, perché a quanto pare è qualcosa che scende nel profondo dei nostri rapporti.

Infine, Greta interpreta il racconto scritto da S, dando vita alle parole in un modo che non sapevamo fosse possibile.

Diteci che ne pensate e ricordatevi di iscrivervi su iTunes PodcastSpotify.

Talking Radar: un podcast per raccontarci, per raccontare il postrock che ascoltiamo e che suoniamo.
In questo episodio . La scena UK: dal Kent fino a Glasgow . 3 droplets, then a storm: quando inizia la tempesta . Catene e amore (interpretato da Greta)

With a little delay on the roadmap, the third chapter of Talking Radar arrives.

In this episode, M tells the geographical and sound roots of the postrock.

P reflects on what our approach to music is, because apparently it is something that goes deep into our relationships.

Finally, Greta interprets the story written by S, giving life to words in a way that we didn’t know was possible.

Tell us what you think about and remember to subscribe to iTunes Podcast and Spotify.

Podcast – Capitolo 2

Scroll down for English version

Per capire dove andare, a volte bisogna voltarsi indietro e vedere le mille radici del proprio percorso. M ci porta indietro fino a 20 anni fa, per riportarci a musiche che nessuno ascolta. Composizioni che potevano essere qualcosa di più di alcuni megabyte in un iPod.

Il tutto disponibile anche su iTunes Podcast e su Spotify.

Talking Radar: un podcast per raccontarci, per raccontare il postrock che ascoltiamo e che suoniamo.

In questo episodio
. I Like a Shadow?
. Rose

To understand where to go, sometimes you have to look back and see the thousand roots of your path. M takes us back to 20 years ago, to suggest us some music that nobody listens anymore. Compositions that could be more than a few megabytes in an iPod.

Available on  iTunes Podcast and Spotify.

Don’t worry, here we are

Scroll down for English version

Da quando è iniziato il lockdown, non ci siamo più trovati in sala prove. Abbiamo continuato a sentirci, a scambiarci opinioni, idee. Abbiamo anche dovuto ragionare, come tutti, sulla estrema fragilità degli uomini e delle donne; del nostro sistema; del nostro Paese.

I nostri progetti, come quelli di tutti, si sono congelati. A quest’ora, dovevamo aver già registrato il nostro secondo EP, avremmo già dovuto presentarlo live. Ma niente di tutto ciò è possibile, al momento.

Però vogliamo esserci. Avevamo promesso un modo diverso di raccontarci, molto più “parlato”. Ed eccolo qui, il nostro podcast, disponibile anche su iTunes Podcast e su Spotify.

Fateci sapere che ne pensate via Facebook, Instagram o anche Whatsapp.

Talking Radar: un podcast per raccontarci, per raccontare il postrock che ascoltiamo e che suoniamo.

In questo episodio
. Ma c’è davvero bisogno di una nuova band postrock?
. “We were watching a growing mountain and it took so long”: da dove nasce e come cresce
. Una storia

Since the lockdown started, we haven’t been in the rehearsal room anymore. We kept in touch each other, we exchanged opinions, ideas. We also had to think, like everyone else, about the extreme fragility of men and women, of our system, of our Country.

Our projects, like everyone else’s, have frozen. By this time, we must have already recorded our second EP, we should have already played it live. But nothing is possible at the moment.

However we want to be there. We had promised a different way of telling ourselves, much more “spoken”. And here it is, our podcast, also available on iTunes Podcast and Spotify.

Let us know what you think via Facebook, Instagram or even Whatsapp.

Enjoy!