Preparativi

Scroll down for English version

Da alcune settimane, siamo al lavoro sui brani in un modo inedito per noi. Ci stiamo preparando per registrare, per essere sul palco in modo più comunicativo.
In queste settimane, i Radar 5:11 si sono allargati: ora a suonare siamo in 6, intorno abbiamo persone eccezionali che vogliono bene alla nostra musica. Uno di questi è Mattia, capace di far suonare le luci e le ombre fissandole sul sensore della sua camera.

Tra qualche tempo, vedremo il risultato di un breve showcase registrato al Mattatoio.

For a few weeks, we have been working on the songs in a way that is new to us. We are preparing to record, to be on stage in a more communicative way.
In recent weeks, Radar 5:11 has expanded: now we are 6 playing on stage, and other exceptional people who love our music is helping us. One of these is Mattia, capable of making lights and shadows play by fixing them using a cam.

In some time, we will see the result of a short showcase recorded at Mattatoio.

Potremo tornare alla vita sociale?

Scroll down for English version

Da quando è iniziata la pandemia, tutto è più incerto. Per chi fa musica, è tutto molto complesso.
Noi non viviamo con la musica, ma rimanere lontani tra noi e lontani dai live è comunque una prova.
Ma si avvicina la svolta. Le cose saranno difficili ancora per parecchio, però si intravede la fine di questo periodo di blocchi e chiusure.

Sapete che uno dei nostri bassisti è anche medico e ogni tanto si occupa di divulgazione. Qui trovate un suo breve articolo sui nuovi vaccini a mRNA che stanno per arrivare anche in Europa.

Siamo di fronte a qualcosa di epocale: la rivoluzione introdotta dai vaccini a mRNA di Pfizer/BioNTech e ModeRNA sta nell’aver spostato la produzione degli antigeni dalle industrie biotech al corpo umano: infatti, introducendo nelle cellule umane l’mRNA con l’informazione dell’antigene adatto, le nostre cellule produrranno l’antigene e il sistema immunitario, riconoscendo queste proteine come esterne, produrrà una risposta immunitaria selettiva, archiviando l’informazione.
Stando ai risultati presentati da Pfizer/BioNTech, i dati di efficacia sono eccezionali, paragonabili alle piattaforme migliori già utilizzate da decenni.
Se l’efficacia sarà dimostrata anche nel “mondo reale” (e non solo in quello quasi perfetto dei trial clinici), significa che nel prossimo futuro questa tecnologia sarà sempre più utilizzata. Potenzialmente, avremo già la piattaforma con cui produrre milioni di dosi in pochi mesi anche contro le prossime pandemie. E le potenzialità di questa piattaforma non si fermano solo nei confronti delle malattie infettive. This is a triumph, scrivono sul New England Journal of Medicine nell’editoriale di accompagnamento sui risultati del trial di Pfizer/BioNTech.

Since the pandemic began, everything is more uncertain. For anyone who makes music, it’s all very complex.
We don’t live with music, but staying away from each other and away from live shows is so hard.
However the turning point is approaching. Hard times are expected, but we can see the end of this period of blocks and closures.

You know that one of our bass players is also a doctor and occasionally he dedicates to popular science. Here you can find a short article [in italian] about the new mRNA vaccines that are about to arrive in Europe.

Ozio e creazione

Scroll down for English version

Nelle ultime settimane, viviamo ogni momento di ozio per andare nell’iperuranio e cercare suoni che ancora non sono nella nostra realtà.

Vorremmo avere più tempo per poter rimanere insieme, chiusi nella stanza liberante, con i nostri strumenti. Ma, fortunatamente, abbiamo anche altri impegni, famiglie, lavori che ci costringono a non rinchiuderci in noi stessi.

Apprezziamo molto questo equilibrio instabile.

Durante questo periodo prolifico, abbiamo anche conosciuto un nuovo amico che è venuto a sbirciare le nostre prove. Con una macchina fotografica ha trovato luci che sembrano suoni, ombre che sembrano chitarre, colori che diventano armonie.

In the last few weeks, we spent every moment of leisure in the hyperuranium and seek for sounds that are not yet in our life.

We’d like to have more time to stay together, in the liberating room, with our guitars and instruments. Luckily, we also have other business, families, jobs that force us not to lock ourselves in ourselves.

We really appreciate this unstable balance.

During this prolific period, we also met a new friend who came to peek at our rehearsals. With a camera he found lights that look like sounds, shadows that look like guitars, colors that become harmonies.